Sto completando i 3 nuovi corsi per il 2021: Squaletto Wally, Orso Burry e l’esclusivo BBB

Per saperne di più, iscriviti QUI

La premessa è che il 99% della roba che trovate in giro, parlando di corsi di trading, è semplicemente MERDA, perché corsi registrati da gente che non ha mai chiuso un anno di trading in profitto in vita loro e che quindi non ha la minima idea di come guadagnarci.

E fin qui è tutto normale, è la triste o ridicola realtà di questo settore.

Ma la reale difficoltà di un corso vero, realizzato da un trader che fa soldi sui mercati finanziari, è questa: la verità.

Fare un corso VERO è difficile!

E’ un concetto difficile da spiegare e pochissimi capiranno.

Ci provo con un esempio.

Prendiamo un fenomeno che volendo esiste veramente: la stagionalità.

La si può girare come ci pare ma la stagionalità del Crude Oil è rialzista da inizio o metà Febbraio fino a fine Aprile.

Si compra, in un modo o in un altro, con annesse tutte le supercazzole del caso, varie ed eventuali

 

 

Cosa è successo nel 2020?

Uno stormo di uccelli per diabetici. Una valanga cazzi amari!!!

Bene, quanti dei vostri guru del trading stagionale hanno ammesso di aver preso mazzate epiche sul CL (o altri derivati che ci girano attorno)? Ecco, nessuno.

“Sì ma perché se togli la componente logaritmica con filtro direzionalità e il money management con la formula di Kelly modificata alla Sasha Grey al quadrato in realtà abbiamo anche guadagnato!” Questo è un esempio di cose che si sono sentite.

Bene, ma questo è il passato. Il lavoro del trader è quello di prevedere il futuro. Quindi, in futuro cosa succede? (cosa POTREBBE succedere o cosa io da trader reputo o STIMO come evento probabile: puntualizzo così non vi scandalizzate e io evito di sentire le fregnacce di luoghi comuni tipo “ah ma i mercati non si predicono bla bla bla”).

I supercazzolari qui sopra vi diranno che sì, c’è la stagionalità, ma ora la calcoliamo in modo XYZ (alla Conte Mascetti insomma) invece che come al solito perché così risulta che nel 2020 “non” avremmo perso.

 

 

Io invece vi dirò la verità!

La stagionalità probabilmente esiste ancora, e infatti, la traderò eccome (a modo mio, ovvero con metodologie che imparerete nel corso Orso Burry).

Ma anche che nel 2020 a tradarla avremmo preso tante di quelle mazzateche era preferibile andare a dare due schiaffi a Mike Tyson ai tempi d’oro, subendone la giusta punizione.

Ecco questo è un esempio. Anche un modo per ricordarvi della stagionalità in partenza. E che se la traderete e perderete soldi, saranno cazzi vostri.

E lo sapete perché? Perché il trading è un mestiere di merda!

“Grazie Serghey per dirci le cose vere, nel bene e nel male…”

Prego.